Come funziona un robot tagliaerba

Come funziona un robot tagliaerba

Sta arrivando la primavera, e con lei la voglia di godersi il proprio giardino. Per farlo è però necessario avere un prato in ordine, ben tagliato e rifinito. Si sa, lo sfalcio dell'erba è una delle operazioni più odiate tra tutti i piccoli lavori domestici, perchè dietro la sua apparente facilità si nascondono delle insidie e delle noie notevoli. Tagliare l'erba insomma non è tra le cose più amate dagli italiani, ma proprio per questo specifico lavoro la tecnologia è venuta in soccorso da una ventina d'anni ormai. In molti abbiamo avuto la curiosità passando nei negozi di vedere un robot tagliaerba come funziona, e quali difficoltà può incontrare. Ecco quindi nel dettaglio come funziona un robot rasaerba e in quale maniera può facilitare la vita degli amanti del giardinaggio.

Come funzionano i robot tagliaerba

Anzitutto bisogna specificare, per chi non lo sapesse, che un robot tagliaerba agisce in quasi totale autonomia, e pertanto non necessita della conduzione manuale dell'uomo. Proprio per questo motivo sarà necessario adempiere a qualche operazione preliminare prima di vedere come funzionano i robot rasaerba.

Bisognerà dunque far attenzione ai possibili ostacoli che il robot rischia d'incontrare durante il suo percorso, andando a togliere tutti i possibili intralci, dai giocattoli lasciati dai bambini, fino a sassi o rami che possono danneggiare la macchina durante lo svolgimento del lavoro.

Fatta questa operazione siamo quasi pronti ad azionare il nostro robot tagliaerba, ma manca ancora una fase di installazione iniziale del prodotto necessaria per il giusto funzionamento.

Come installare un robot tagliaerba

La fase di installazione di un robot tagliaerba non è difficile e basta seguire semplici regole per compierla nella maniera corretta. Dopo aver liberato opportunamente il giardino bisognerà posizionare la stazione di ricarica della nostra macchina. Questa deve essere ovviamente posizionata in prossimità di una presa elettrica che garantirà la ricarica del robot. Inoltre è preferibile posizionare la base al riparo dalla luce solare diretta ed anche in una zona protetta dalle intemperie, quindi sotto una tettoia, un poggiolo oppure in un gazebo.

L'importante è che la zona sia facilmente raggiungibile dal robot e che non presenti asperità eccessive che impediscano alla macchina un ritorno alla base comodo, se questa è programmata per compiere il tragitto in autonomia. Infatti esistono varie tipologie di robot tagliaerba, alcune più sofisticate di altre, e la scelta di una piuttosto che un'altra dipende dalle esigenze nostre e del nostro giardino.

Tipologie di robot tagliaerba

In relazione alle nostre esigenze esistono vari tipi di robot tagliaerba. Variano sopratutto in base alla grandezza e alla complessità del giardino sulla quale dovranno lavorare.

I più semplici sono quelli semi automatici, che avranno bisogno dell'intervento umano per ritornare alla base di ricarica. Molto spesso questo tipo di robot tagliaerba sono dotati di un cavo guida che li conduce all'interno del prato, e di un filo perimetrale che andrà posato in fase di installazione, utile per definire i confini del giardino su cui il robot dovrà operare.

Ma quindi un robot tagliaerba senza filo perimetrale come funziona? Questi robot rasaerba funzionano in maniera del tutto autonoma e sono il meglio che si possa trovare in commercio. Al loro interno sono provvisti di un GPS in grado di mappare il giardino sulla quale dovranno operare, che oltre a garantire lo sfalcio nelle zone desiderate permetterà alla macchina di tornare autonomamente alla base di ricarica a lavoro ultimato.

Oltre a questo alcuni modelli ancora più avanzati sono dotati di un sensore anticollisione, che permetterà alla macchina di evitare dei piccoli impedimenti sul proprio percorso. In altri modelli sarà poi disponibile anche un sensore anti pioggia, che riporterà il robot rasaerba direttamente alla sua base di ricarica al primo accenno di intemperie, per evitare che la macchina possa rovinarsi.

L'ultima caratteristica che definisce una tipologia di robot tagliaerba e quella del suo motore. Una delle cose che i clienti vogliono sapere è come vanno i robot tagliaerba in salita.

Tutti sono dotati di motori elettrici alimentati a batteria, pertanto non si pone il problema di quanto consuma un robot tagliaerba. Sono tutti estremamenti silenziosi ma la loro potenza influisce sulle prestazioni della macchina nelle piccole asperità del terreno, sebbene la maggior parte di queste possa sopportare anche salite fino ad una pendenza del 45%.

Rasaerba robot manutenzione

Ora che abbiamo visto come funzionano i robot tagliaerba è fondamentale sapere qualcosa riguardo la manutenzione. Nulla di più semplice in realtà. Dopo ogni utilizzo della macchina sarà sufficiente pulire con cura la parte relativa alle lame, magari aiutandosi con una pistola ad aria compressa. Questo aiuterà a prevenire incrostazioni di materiale che potrebbero bloccare le lame o addirittura inficiare il corretto funzionamento delle componenti elettroniche interne alla macchina. Per facilitare l'operazione alcuni modelli consentono anche l'asportazione della parte relativa alle lame, anche per una questione di sicurezza in fase di manutenzione.

Vai all'articolo precedente:Come scegliere un robot tagliaerba
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image