Pranzo in cima al grattacielo. E l'imbracatura di sicurezza?

Pranzo in cima al grattacielo. E l'imbracatura di sicurezza?

Ti sarà sicuramente capitato di vedere almeno una volta la famosa foto "Pranzo in cima al grattacielo", che raffigura un gruppo di operai intenti a pranzare sospesi nel vuoto durante la lavorazione di una delle torri del Rockfeller Center di New York.

Forse non ci avrai mai pensato, ma quello che stavi osservando è un "lavoro in quota", una figura che nell'immaginario collettivo mescola la perizia del lavoratore altamente specializzato a l'arte del funanbolo.

In realtà quando si parla di "lavori in quota" si fa riferimento a tutte quelle professioni che si svolgono a più di 2 metri di altezza rispetto ad un piano stabile; capisci bene a quante categorie di lavoratori ci si può perciò riferire: dall'operatore al lavoro sul Burj Khalifa, a quello che sta sistemando il tetto della tua villetta a piano terra.

Queste condizioni straordinarie di lavoro necessitano di misure di sicurezza altrettanto straordinarie. La foto di Charles Clyde Ebbets è stata scattata nel 1932, tempi duri per chi svolgeva la professione. Ed ora quali sono le misure attuate per proteggere le loro vite?

Oggi l'obbligo delle linee vita rappresenta il presente della prevenzione dei lavori in quota. Le linee vita, per norma UNI EN 795, sono un complesso di ancoraggi (almeno 2) uniti da un cavo in acciaio inossidabile in tensione, collocati in quota sulle coperture in cui gli operai vengono agganciati tramite imbracature e cordini, permettendo così agli operatori di spostarsi in totale sicurezza su tutta la superfice interessata. Il Testo Unico sulla sicurezza, D. Lgs 81 del 9 Aprile 2008, Art. 115 parla chiaro: questo sistema di protezione contro le cadute dall'alto è ormai obbligatorio in tutte le regioni d'Italia e tocca tutti gli operatori a lavoro su nuove costruzioni, su immobili in restauro, su capannoni industriali, in sostanza: in qualsiasi tetto che diventi "luogo di lavoro". L'obbligatorietà non è applicabile solo se sono presenti altre protezioni collettive, come parapetti o cornicioni.

Le linee vita possono essere di tipo temporaneo, utilizzate nel montaggio di costruzioni prefabbricate che verranno in seguito smontate, oppure stabile, installate in maniera permanente in un edificio per far fronte anche alla futura manutenzione.

Vi sono inoltre 3 principali tipologie di linee vita sul mercato:

1.      IN ACCIAIO INOX, ideale per tutte le coperture grazie alla grande resistenza all'azione degli agenti atmosferici

2.      IN ACCIAIO CON ZINCATURA A CALDO

3.      IN CORDA, per sistemi temporanei

   

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Data l'alta soglia di pericolo che interessa queste attività, ti invitiamo ad affidarti per l'istallazione e fornitura solo a ditte specializzate ed autorizzate del settore.

 

Vai all'articolo precedente:Nozioni base di primo soccorso sportivo. Il tuo aiuto potrebbe essere fondamentale!
Vai all'articolo successivo:Proteggiti dal calore in 5 mosse
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image