Potatura agrumi: come farla e in che periodo

Potatura agrumi: come farla e in che periodo

Gli agrumi sono quegli alberi da frutto appartenenti al genere Citrus, della sottofamiglia Aurantioideae (famiglia delle Rutaceae), tra cui troviamo arancio, limone, pompelmo, mandarino, cedro, bergamotto ed altri. La qualità dei frutti spesso dipende molto da come si potano gli agrumi: non vanno potati in maniera drastica o eccessiva. L'attenzione deve essere focalizzata sull'eliminare rami secchi, spezzati, danneggiati o che si incrociano tra loro e vanno a togliere energia alla pianta. Quando si potano gli agrumi quindi bisogna tagliare i rami danneggiati della chioma, che sottraggono aria e luce alla pianta, e i succhioni (germogli che si sviluppano da gemme latenti) alla base che le sottraggono energia vitale. Vediamo quando e come affrontare la potatura agrumi in maniera da avere sempre delle piante in piena salute.

Periodo potatura agrumi

In linea di massima possiamo affermare che il periodo per potare gli agrumi è comune per le varie specie, con l'eccezione dell'arancio che per crescere sano e forte deve essere potato ad anni alterni. Il periodo di potatura degli agrumi ideale è nell'intervallo tra le due fioriture che va da metà primavera fino all'inizio dell'estate, a seconda delle specie e del territorio, ma interventi di mantenimento possono essere eseguiti tranquillamente in qualsiasi momento, durante la fase di fioritura, fino ad agosto. Bisogna evitare assolutamente il periodo vegetativo, nei mesi autunnali e invernali, dal momento che un intervento drastico va ad indebolire l'albero in maniera eccessiva.

In base alla zona d'Italia in cui si risiede, vediamo quando potare gli alberi di agrumi:

  • In Italia del Nord, la potatura finale deve essere anticipata di un mese, dal momento che il clima generalmente ha un calo di temperatura più repentino rispetto alle regioni mediterranee del Sud. Per cui l'ultimo intervento deve essere sicuramente effettuato prima di settembre.
  • In Italia del Sud, possiamo ritardare la prima potatura all'inizio dell'estate, e di conseguenza l'ultimo intervento si può posticipare fino all'inizio dell'autunno, dato che le temperature saranno ancora miti.

Ad ogni modo, non dovremo effettuare interventi eccessivi e assidui: gli alberi di agrumi necessitano di una buona potatura giusto una o due volte l'anno per avere un'intensa fioritura e quindi una fruttificazione ottimale e soddisfacente.

Come potare gli agrumi

Ora che abbiamo visto quando potare gli agrumi, passiamo a vedere come effettuare l'operazione. Innanzitutto vediamo gli strumenti di cui abbiamo bisogno, ovvero: 

  • Cesoie
  • Seghetti
  • Svettatoi
  • Forbici specifiche
  • Motoseghe di precisione

Tutti gli strumenti dovranno essere disinfettati, per evitare infezioni alla pianta, e affilati con cura, per effettuare tagli netti e precisi.

Come potare gli alberi di agrumi? Bisogna effettuare due tipi di potatura. La potatura di forma, da effettuare all'inizio del ciclo vitale della pianta e poi ad intervalli regolari nel tempo, serve per dare all'albero la forma estetica preferita. La potatura di produzione, molto più importante, è finalizzata allo sviluppo di un numero di frutti maggiore e di miglior qualità, oltre a salvaguardare l'equilibrio della pianta. Nella potatura di produzione gli obiettivi principali sono:

  • eliminare i succhioni, ovvero quei rami più giovani che crescono improvvisamente alla base dell'albero. Dal momento che la loro crescita è estremamente rapita e vigorosa e sono alimentati direttamente dal fusto, andrebbero a togliere linfa ed energia ai rami da cui si dovrebbero sviluppare i frutti;
  • distanziare adeguatamente i rami, in maniera che la luce non trovi troppi ostacoli e possa far crescere e maturare i frutti;
  • eliminare solo i rami vecchi, malati o spezzati, non effettuando una potatura troppo aggressiva. 

Potatura agrumi in vaso

Molti agrumi come il limone e il mandarino vengono coltivati in vaso, dato che oltre ad assicurare i frutti hanno anche foglie verdi esteticamente molto accattivanti e un profumo gradevole. Durante i mesi invernali, il vaso va messo al riparo all'interno, mentre con la bella stagione va portato all'aperto. Gli agrumi coltivati in vaso seguono le stesse regole generali degli alberi, con qualche accortezza. La potatura va sempre eseguita in due fasi: la prima dopo che l'albero è stato riportato all'esterno alla fine dell'inverno (tra marzo ed aprile, a seconda della latitudine), eliminando tutti i rami vecchi e che hanno sofferto il periodo invernale; la seconda appena prima dell'estate e focalizzata sul ringiovanimento della pianta e sull'eliminazione dei succhioni dal fusto. Inoltre la potatura delle piante in vaso segue quattro tipologie:

  • a forma libera, con largo spazio fra i rami per permettere alla luce di entrare e all’aria di circolare;
  • forma cerchiata con canne, lasciando la chioma vuota all’interno per permettere il passaggio di luce e aria;
  • ad alberello, con la tipica chioma globosa che si sviluppa su un fusto alto circa un metro;
  • a spalliera, comoda all’interno di spazi ridotti poiché i rami restano piatti e si sviluppano su una superficie piana.
Vai all'articolo precedente:Lavori in giardino a settembre: come curarlo e cosa piantare
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image