Menu

Come scegliere un albero cardanico agricolo: categorie e misure

15 Marzo 2021
Come scegliere un albero cardanico agricolo: categorie e misure

Nelle macchine agricole che necessitano di una trasmissione di potenza, l’albero di cardano è un accessorio indispensabile. La scelta del modello giusto è però fondamentale per eseguire i lavori, ed è strettamente legata a dei dati specifici, che sono le categorie e le misure. Di cosa si tratta? Scopriamo di seguito come scegliere un albero cardanico.

Alberi cardanici: cosa sono

Detti anche giunti cardanici, gli alberi cardanici sono degli organi meccanici snodabili mediante i quali avviene la trasmissione di movimento e potenza tra due assi in rotazione o organi in movimento.

Largamente diffusi in ambito meccanico, perché sono più economici e più semplici da utilizzare rispetto ad altre tecnologie per la connessione, hanno il vantaggio principale di trasmettere il movimento in un asse sfalsato rispetto a quello originario senza venire meno l’efficienza.

Per questo nei mezzi agricoli questi alberi sono molto diffusi, soprattutto nei trattori. In genere vengono impiegati per trasmettere il movimento in posizione fissa per utilizzare trinciaerba, falciatrici, frese agricole, trinciasarmenti, botti irroranti e molto altro. Oppure vengono utilizzati nelle macchine agricole con ruote motrici come rimorchi agricoli.

Come è composto l’albero cardanico

L’albero cardanico è composto dai seguenti elementi:

  • Crociere, ovvero gli elementi a croce snodati che consentono lo scambio di rotazione su due assi
  • Forcelle, sono i supporti fissi che collegano le componenti snodate
  • Parti telescopiche, si tratta generalmente di due tubi sagomati o alberi scanalati, uno interno e uno esterno
  • Protezioni, ovvero rivestimenti in plastica che fungono da copertura sugli elementi rotatori per impedire che l’operatore possa avere degli infortuni

Solitamente l’albero cardanico viene impiegato sui trattori e per questo è molto importante scegliere quello adatto.

Come funziona l’albero cardanico

L’albero cardanico collega per azione dinamica la presa di potenza del trattore con quella della macchina che deve operare, a prescindere che questa sia trainata o portata sull’attacco a tre punti. In entrambi i casi, le due prese di potenza durante il lavoro assumono posizioni differenti che devono essere seguite dall’albero cardanico. Per far durare a lungo questo strumento è dunque fondamentale tenere conto della sua inclinazione, per poter usufruire nella maniera corretta delle sue funzioni. Rispetto al normale giunto, le funzioni dell’albero cardanico sono molte di più e si possono riassumere nelle seguenti:

  • Trasmette il moto tra alberi i cui assi siano disposti in qualsiasi modo nello spazio e anche se dotati di moto relativo, entro certo limiti
  • Permette di ottenere un angolo di lavoro totale tra le forcelle alle sue estremità ben superiore di quello di un normale giunto, visto che unisce gli angoli di lavoro dei due giunti che lo compongono
  • Rende possibile la trasmissione omocinetica del moto, vista la configurazione determinata degli assi da collegare.

Categorie albero cardanico

Gli alberi cardanici sono suddivisi in diverse categorie di potenza che possono sopportare e nella scelta è fondamentale tenere conto di questo importante fattore. In caso la categoria non sia compatibile con la potenza da sopportare, la rottura del giunto cardanico sarebbe inevitabile.

Le categorie variano in base alla potenza del trattore al quale verranno associati. In base ad essa variano anche le misure alberi cardanici, quindi cambiano le dimensioni dei componenti e nello specifico delle crociere, elementi del sistema che hanno il compito di eseguire la trasmissione di moto dal trattore all’albero e quindi al mezzo agricolo.

Tutto questo avviene perché, come è noto, un albero cardanico ad uso agricolo è dotato di cardano, e di conseguenza anche di crociere, sulle due estremità dell’albero, in modo da mantenere la funzione omocinetica.

Proprio per questo i primi dati necessari per classificare la categoria di un albero cardanico agricolo sono le dimensioni di cuscinetto e altezza, ovvero larghezza, della crociera. Le due misure vanno tenute in considerazione rispettando sempre lo stesso standard, quindi l’altezza della crociera va misurata dalla faccia di un cuscinetto fino a quella opposta, mentre il diametro del cuscinetto viene considerato senza tenere conto dello spessore della guarnizione esterna.

Le categorie alberi cardanici agricoli partono dalla categoria numero 1 fino ad arrivare alla 8 con potenze crescenti, e hanno anche un valore massimo di potenza trasmessa che viene misurata su due livelli di giri del motore, a 540 giri e 1000 giri. Prima di comprare un nuovo albero cardanico, bisogna quindi sapere con esattezza la potenza del motore a cui verrà collegato per scegliere il giunto della giusta categoria.

Albero cardanico agricolo come sceglierlo

Avendo fatto chiarezza sulle categorie e sulle misure dell’albero cardanico, ecco quindi i criteri fondamentali su cui basarsi per fare la giusta scelta albero cardanico:

  • Potenza del macchinario agricolo
  • Tipologia di attacco del trattore
  • Lunghezza totale del cardano

Tenendo in conto tutti questi fattori e basandosi sulle informazioni dei vari modelli, scegliere l’albero cardanico giusto è estremamente semplice!

Vai all'articolo precedente:Fari da lavoro per trattore: quali scegliere e come installarli
Vai all'articolo successivo:Cisterne gasolio agricolo: normativa ed esenzioni
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image