Come sverniciare il ferro: tecniche, attrezzature e consigli utili

Come sverniciare il ferro: tecniche, attrezzature e consigli utili

Sverniciare il ferro è un lavoro che permette di dare una rinfrescata e donare un aspetto del tutto nuovo alla nostra ringhiera, al cancello o a qualsiasi altro oggetto fatto con questo materiale. Fare questa operazione correttamente permette di avere un risultato eccellente, facendo anche risparmiare non poco denaro in quanto non si dovrà pensare alla sostituzione totale della struttura, ma basterà un restauro per averne una quasi pari al nuovo.

Per effettuare il restauro desiderato ovviamente è necessario il primo passo, quello cioè di sverniciare il ferro in maniera perfetta, per sanarlo nelle parti più rovinate e soprattutto per applicare correttamente il nuovo strato di vernice.

Vediamo quindi come togliere la vernice vecchia dal ferro con il fai da te e senza correre rischi, ottenendo al contempo un risultato perfetto.

Togliere vernice dal ferro

Per capire come togliere la vernice dal ferro bisogna innanzi tutto svolgere alcune azioni preliminari, importanti per la riuscita del lavoro e per la sicurezza generale. Qualora la struttura non sia posta in un luogo all'aperto, valutiamo la possibilità di smontarla e portarla dove ci sia un'areazione ottimale, per disperdere i residui dovuti alla sverniciatura. Fortunatamente molto spesso l'operazione viene svolta per modificare l'aspetto di un cancello oppure di una ringhiera divisoria, quindi ci troveremo già all'esterno.

Altra cosa fondamentale per la sicurezza è quella di dotarsi sempre di mascherina, guanti e occhiali protettivi, per ripararsi da agenti chimici o eventuali residui volanti che possono derivare dalla sverniciatura.

Quando avremo tutto il necessario, potremo iniziare il lavoro secondo il metodo scelto tra uno di quelli più comuni, che andiamo a scoprire nel dettaglio.

Prodotti per sverniciare il ferro

Il primo metodo è quello di affidarsi a prodotti specifici per sverniciare il ferro. Nella maggior parte dei casi si tratta di prodotti a base chimica e pertanto dovranno essere trattati con attenzione. Oltre a tutti i composti sotto forma di gel, specificatamente pensati per rimuovere la vernice vecchia, il prodotto più comune per questa operazione è senz'altro la soda caustica. Essendo uno sverniciatore estremamente corrosivo, per essere applicato al ferro viene fornito in scaglie da scogliere in acqua.

Appena disciolta la soda caustica, si procederà alla sua applicazione sul ferro con l'ausilio di un pennello vecchio. Dopo aver atteso qualche minuto, in cui farà effetto l'azione corrosiva sulla vecchia verniciatura, si potrà rimuovere tutto il residuo in eccesso, aiutandosi con della carta vetrata grossa.

Utensili per sverniciare ferro

Se non vogliamo utilizzare dei prodotti chimici per la sverniciatura del ferro, si può intraprendere la strada dell'utilizzo di attrezzi utili allo svolgimento del lavoro.

Ad esempio spesso si utilizza la smerigliatrice per sverniciare il ferro, che garantisce un risultato più profondo della rimozione chimica, ma necessita di un tempo decisamente maggiore. Infatti per avere un risultato perfetto si dovrà passare sulla zona interessata più volte e con molto vigore. Il lato positivo è che è possibile utilizzare ogni smerigliatrice, senza doverne acquistare di specifiche per la rimozione dei vecchi stati di vernice.

In commercio si trovano dischi abrasivi per sverniciare ferro, costruiti appositamente per adattarsi alle smerigliatrici, e con caratteristiche di abrasione molto superiori a quelli standard. Con un po’ di pazienza questo metodo darà le giuste soddisfazioni.

Pistola termica per sverniciare ferro

Infine esiste quest'ultimo metodo che si pone praticamente a metà strada. La pistola termica riesce infatti a staccare e rialzare la maggior parte della vernice vecchia su di una superficie ferrosa, ma allo stesso tempo per avere un risultato perfetto si dovrà comunque passare un blando prodotto detergente per pulire la zona interessata dal restauro. Grazie al calore emanato dalla pistola e al passaggio finale dopo il riscaldamento, il risultato complessivo sarà eccellente, rendendo praticamente nuova la struttura.

Vai all'articolo precedente:Smerigliatrice angolare: a cosa serve e quale scegliere? Consigli utili
Vai all'articolo successivo:Come sverniciare il legno: consigli pratici e attrezzature necessarie
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image