Quale saldatrice inverter scegliere? I consigli per non sbagliare acquisto

Quale saldatrice inverter scegliere? I consigli per non sbagliare acquisto

La saldatrice inverter è adatta per la saldatura TIG, ovvero quel tipo di saldatura in cui bisogna stabilire un arco elettrico tra il metallo di base e un elettrodo non consumabile di tungsteno. Si tratta di una tipologia di saldatura che puoi eseguire anche senza apporto di metallo, ma quale scegliere tra i tanti modelli disponibili sul mercato? Ecco tutti i consigli per capire quale saldatrice inverter comprare.

Come scegliere una saldatrice

Come scegliere la saldatrice? La scelta della saldatrice va fatta con cura e deve essere appropriata alle proprie necessità. Dunque, se sei un amante del fai da te e hai bisogno di comprare una saldatrice, devi prima individuare i lavori che desideri realizzare e che uso ne devi fare, ovvero se si tratta di uno strumento che devi usare sporadicamente oppure di qualcosa che ti serve per eseguire determinati lavori con una frequenza costante.

Partendo da questo presupposto, hai già capito che se ti serve una saldatrice più professionale devi acquistare un modello più robusto e più solido, il che vuol dire spendere qualcosa in più, considerando che ne varrà sicuramente la pena per i migliori risultati che otterrai e per la sua durata nel tempo.

Saldatrice inverter quale scegliere

A questo punto, quale saldatrice scegliere? La saldatrice inverter è un’ottima soluzione per far fronte a qualsiasi esigenza ed è indicata per lavori di bricolage e anche per quelli di maggiore entità. Il vantaggio di questo tipo di saldatrice è quello di non pesare tanto e di avere delle dimensioni ridotte, il che la rende piuttosto maneggevole e pratica da utilizzare. Tanto per fare un esempio, una saldatrice classica pesa attorno ai 12 / 15 chilogrammi, mentre una ad inverter intorno ai 3 / 5 chilogrammi.

Un fattore da tenere in considerazione nell’acquisto di una saldatrice inverter è quello di optare per modelli più nuovi e non per quelli troppo vecchi, un dettaglio che garantisce maggiore sicurezza nell’utilizzo. Il costo, anche se leggermente superiore, assicura uno strumento che rispetta le normative di sicurezza e alcuni accessori di nuova generazione che sono particolarmente utili.

Come scegliere una saldatrice ad inverter

La saldatrice inverter ideale da scegliere è quella che va dai 90 ai 180 ampere. Tenendo conto che con 110 ampere puoi saldare con qualsiasi tipologia di elettrodo, da questo potrai dedurre qual è il modello di saldatrice inverter più adatto alle tue necessità. Per un uso semiprofessionale, puoi scegliere una saldatrice di 125 ampere, mentre per un uso altamente professionale devi indubbiamente superare questo gradino.

Un’altra cosa da tenere in considerazione è la presenza nella saldatrice di un cavo intercambiabile e quindi negativo e positivo, ma una buona saldatrice deve anche essere dotata di un libretto di istruzioni e di tutti i marchi di garanzia. Infine, è bene sottolineare di acquistare insieme alla saldatrice anche un kit di protezione per gli occhi e per le mani.

Come acquistare una buona saldatrice inverter

Avere dunque una idea precisa su quale uso fare della saldatrice inverter è indispensabile per acquistare il modello più giusto. Una macchina con un amperaggio maggiore vuol dire che ha una potenza maggiore ma anche un costo decisamente più alto.

Tuttavia, vi sono saldatrici inverter non troppo costose che assicurano lavorazioni impeccabili e sono anche estremamente facili da utilizzare. Conoscere i modelli che assicurano prestazioni elevate a fronte di cifre non esagerate è un buon modo per scegliere la saldatrice inverter giusta per te.

Migliori saldatrici inverter

L’ampia gamma di saldatrici inverter permette di scegliere tra numerosi modelli che differiscono fra loro per i vari tipi di utilizzo a cui sono dedicate. Tra i modelli migliori troviamo senza dubbio quelli proposti dall'azienda italiana Awelco, orientata alla soddisfazione di ogni tipologia di cliente, dall'hobbista amatoriale al professionista. Queste saldatrici hanno tutte un ottimo rapporto qualità / prezzo, sono leggere e facilmente trasportabili. 

Il prezzo ovviamente varia in base al modello scelto. Si va da poche centinaia di euro per il modelli adatti al fai da te, fino a cifre più importanti per le saldatrici inverter professionali, perfette per un uso continuativo.

Vai all'articolo precedente:Come scegliere una levigatrice orbitale e che modelli esistono
Vai all'articolo successivo:Levigatrice orbitale: a cosa serve e come funziona questo strumento
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image