Acqua nel gasolio: come eliminarla

Acqua nel gasolio: come eliminarla

Una delle diagnosi più temute dagli automobilisti è l'acqua nel gasolio, responsabile di problemi alla vettura che possono compromettere il corretto funzionamento del motore.

L’acqua, infatti, è il nemico più pericoloso dei motori diesel e, quando annacqua il gasolio, comporta inevitabilmente delle problematiche che possono sfociare in danni seri.

Cosa fare in questi casi? Come eliminare l’acqua che rischia di guastare la vettura? Ecco alcuni consigli su come togliere l'acqua dal gasolio.

Come arriva l’acqua nel gasolio

Come giunge l’acqua nel carburante? Uno dei modi che consente l'arrivo dell'acqua nel gasolio è riconducibile ai serbatoi utilizzati per trasportare il carburante, che contengono spesso delle piccole quantità di acqua che rimangono sul fondo quando i contenitori vengono puliti.

Questo fa sì che nel serbatoio vi sia sempre una quantità d’acqua minima. Se la dose è ridotta difficilmente si verificano danni, ma se invece il livello di acqua nel gasolio è superiore al limite tollerabile, si possono riscontrare dei seri problemi.

Altri fattori per cui è possibile rilevare acqua nel gasolio sono: la condensazione nei serbatoi di carburante e le condizioni ambientali.

Acqua nel gasolio: cosa succede

I segnali della presenza di acqua nel gasolio sono evidenti e i più comuni sono i seguenti:

  • Problemi ad avviare la vettura
  • Rumore nel motore
  • Andatura a strappi

Le conseguenze acqua nel gasolio sono varie e possono comportare una serie di problematiche che possiamo elencare come segue:

  • Corrosione - l'acqua, mescolata agli acidi presenti nel carburante, può corrodere metalli ferrosi e non ferrosi.
  • Ruggine - l'acqua, a contatto con superfici in ferro e acciaio, causa la ruggine. Nel carburante possono entrare piccole particelle di ruggine e causare l'usura abrasiva delle componenti, provocando guasti.
  • Abrasione e usura - l'acqua è meno viscosa del diesel e non lubrifica, di conseguenza si verifica una usura maggiore.
  • Formazione di solchi - l'acqua depositata sulle superfici metalliche calde forma dei solchi sulle parti.
  • Proliferazione di microrganismi - l'acqua favorisce la crescita batterica e possono formarsi fanghi, che sporcano il carburante, ed acidi, in grado di corrodere il sistema di alimentazione e il serbatoio.

Queste sono le conseguenze dell’acqua nel gasolio e se avete notato alcuni di questi segnali, è consigliabile recarvi dal meccanico per fare controllare la vettura.

Come eliminare acqua dal gasolio

A questo punto, quando c’è acqua nel gasolio cosa fare? Come abbiamo visto, i danni sono inevitabili e, una volta verificatesi, bisogna obbligatoriamente andare dal meccanico per far svuotare del tutto il circuito di alimentazione.

Dopo che il meccanico avrà effettuato il lavoro, occorre separare il carburante dall’acqua. L’operazione viene eseguita filtrando il liquido mediante una calza da donna in nylon, attraverso la quale passa il gasolio e permette all’acqua di scivolare via.

Se il gasolio con acqua viene pompato da un serbatoio di carburante, l'acqua lascia sul serbatoio delle gocce galleggianti piuttosto visibili e facili da eliminare dal carburante, utilizzando un separatore efficiente. Nel caso l'acqua non venga rimossa, la combinazione gasolio/acqua forma un'emulsione stabile che rende la rimozione dell’acqua estremamente difficile.

In questo modo, l’acqua dispersa può introdursi attraverso il sistema di alimentazione ed essere bruciata, ma una parte comunque si deposita sempre e corrode le parti sensibili.

Se non avete alcuna intenzione di avere a che fare con questi inconvenienti ci sono due soluzioni. Una è quella di usare regolarmente un additivo per togliere l’acqua dal serbatoio. Gli additivi, infatti, sono studiati appositamente per legarsi con il gasolio e facilitare la fuoriuscita dell’acqua. Bisogna però evitare un dosaggio eccessivo e usarli con precisione, seguendo attentamente le istruzioni riportate nella confezione. L’altra soluzione, che è decisamente la migliore, è quella di ricorrere ai filtri separatori acqua gasolio.

Come dividere l'acqua dal gasolio

La migliore soluzione per dividere l’acqua dal gasolio è usare un separatore d'acqua con filtro diesel. Il separatore è dotato di un filtro con caratteristiche idrofobiche, che non permettono all'acqua di passare, e di un rubinetto, per far fuoriuscire l'acqua. Visto che l’acqua è più densa del carburante, viene raccolta sul fondo del filtro ed è poi facile da eliminare.

Cosa fare per scaricare l'acqua dal separatore d'acqua del filtro? È necessario rilasciare la valvola di sfiato, che si trova nella parte superiore del punto in cui è alloggiato il filtro. Se non è presente una valvola, allora è necessario allentare il tubo del carburante, situato nella parte alta dell'alloggiamento del filtro. Munirsi di un contenitore e mantenerlo al di sotto del tappo di scarico, oppure allentare il rubinetto o il tappo. Fare scaricare il filtro fino a quando il gasolio non esce pulito, poi chiudere il rubinetto o il tappo e infine chiudere la valvola di sfiato.

Ad oggi vi sono vetture dotate di un sensore Fuel in Water, studiato appositamente per segnalare la presenza di quantità notevole di acqua nel filtro del carburante. Per quanto riguarda la sostituzione del filtro carburante, occorre ricordarsi di sostituirlo tenendo fede alle indicazioni del produttore. La sostituzione è necessaria poiché nel tempo perde efficacia.

Vai all'articolo precedente:Come lubrificare i cuscinetti
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta

Gli ordini ricevuti dal 10 al 21 agosto, potrebbero subire ritardi nell'evasione a causa della chiusura di alcuni nostri fornitori.

Ci scusiamo per il disagio. Per qualsiasi informazione, non esitate a contattarci.

LoginAccount
Torna su
Cookie Image