Chi deve indossare scarpe antinfortunistiche: cosa dice la normativa

Chi deve indossare scarpe antinfortunistiche: cosa dice la normativa

Le scarpe antinfortunistiche sono uno strumento di tutela della salute necessario per il lavoratore e vanno indossate in tutte le situazioni di rischio. Quando e chi deve obbligatoriamente indossarle? Ecco una guida per capire chi deve indossare scarpe antinfortunistiche.

A cosa servono le scarpe antinfortunistiche

Prima di approfondire l’argomento su chi deve indossare le scarpe antinfortunistiche è bene capire in modo specifico a cosa servono. Le calzature antinfortunistiche sono uno strumento fondamentale per la sicurezza del piede e sono raccomandate in particolari mansioni pesanti, perché consentono di evitare traumi e rischi al piede. Le caratteristiche principali di queste calzature sono: il puntale rinforzato capace di assorbire i colpi, la suola antistatica e antiscivolo, una lamina antiperforazione situata sul fondo per evitare di ferirsi con vetro, chiodi o altri materiali che potrebbero essere pericolosi.

Nel corso degli anni sono state realizzate diverse tipologie di scarpe antinfortunistiche, per adattarsi perfettamente alle esigenze di ogni singolo lavoratore. Ad esempio, alcune sono impermeabili, altre sono isolanti e altre ancora proteggono gli arti e i piedi da fratture. Altri tipi di scarpe protettive sono realizzate in maniera tale da evitare che nel piede possano entrare acidi o liquidi potenzialmente pericolosi.

Esistono anche calzature studiate apposta per il personale medico e sanitario, che consentono di camminare con agilità senza scivolare: ne sono un esempio gli zoccoli antinfortunistici. Inoltre, ci sono anche scarpe antinfortunistiche per chi cammina molto, pensate per professionisti che trascorrono la maggior parte della giornata in piedi e che devono spostarsi continuamente da un reparto all’altro. In questo caso le scarpe antinfortunistiche devono anche essere particolarmente comode e leggere, per non sottoporre il piede a sforzi prolungati.

Scarpe antinfortunistiche: dove sono obbligatorie

L’obbligo di indossare le scarpe antinfortunistiche è regolato dal D.Lgs. 81/2008 Articolo 74 che prevede di indossarle nei casi seguenti:

  • Quando ricorrono le condizione di cui all’elenco del punto 3 dell’allegato VIII del D.Lgs. 81/2008
  • Ogni qualvolta risulti prevedibile un rischio di lesioni ai piedi: la suddetta prevedibilità deve essere valutata dal RSPP “Responsabile del servizio di prevenzione e protezione”, in sede di stesura del documento di valutazione dei rischi.

Nello specifico, ecco chi deve mettere le scarpe antinfortunistiche:

  • Lavori su impalcatura
  • Lavori di rustico, di genio civile e lavori stradali
  • Lavori in calcestruzzo e in elementi prefabbricati
  • Lavori sui tetti
  • Lavori in cantieri edili e in aree di deposito
  • Lavori di trasformazione e di manutenzione
  • Lavori edili di impianti di riscaldamento e di aerazione
  • Lavori di montaggio di costruzioni metalliche
  • Lavori in cave di pietra, miniere a cielo aperto e rimozione di discarica
  • Lavori in altiforni, impianti, acciaierie, laminatoi e stabilimenti metallurgici
  • Lavori in impianti di fucinatura a maglio e a stampo, impianti di pressatura a caldo e di trafilatura
  • Lavorazione e finitura di pietre
  • Manipolazione di stampi nell’industria della ceramica
  • Produzione di vetri piani e di vetri cavi, lavorazione e finitura
  • Lavori nell’industria della ceramica pesante e nell’industria dei materiali da costruzione
  • Manipolazione di blocchi di carni surgelate e di contenitori metallici di conserve
  • Movimentazione e stoccaggio
  • Smistamento ferroviario
  • Costruzioni navali

Scarpe antinfortunistiche: chi le deve usare

In genere è il datore di lavoro a stabilire, sotto la propria responsabilità, se il rischio appare prevedibile o meno e se le scarpe sono obbligatorie. In caso di infortunio dovuto a mancanza di scarpe protettive, il datore dovrà cercare di dimostrare al giudice che il rischio non era ragionevolmente prevedibile. La legge comunque obbliga il titolare a salvaguardare l’integrità fisica del lavoratore e a far indossare tutti i dpi necessari, comprese le scarpe da lavoro.

Vai all'articolo precedente:Primo soccorso: cosa fare in caso di necessità
Vai all'articolo successivo:Chi deve pagare le scarpe antinfortunistiche?
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Assicurati di spuntare la casella "Non sono un robot" per inviare la richiesta
LoginAccount
Torna su
Cookie Image