Antigelo rosso: caratteristiche e utilizzi

15 Giugno 2022
Antigelo rosso: caratteristiche e utilizzi

Prima di partire per un lungo viaggio in auto eseguire delle operazioni di controllo è immancabile, per assicurare massima efficienza alla vettura. Controllare il livello dell’antigelo rientra fra i controlli da effettuare.

In genere il liquido refrigerante auto consiste in una miscela di acqua e glicole, che viene immessa nel sistema quando scatta la valvola termostatica, evitando così il surriscaldamento, oppure quando la temperatura ambientale è molto rigida.

La funzione dell’antigelo è quella di raffreddare gli ingranaggi e renderne più fluido il funzionamento. Inoltre, la sua composizione impedisce alla ruggine di formarsi, per cui non bisogna mai mettere dell’acqua, ma se necessario bisogna rabboccarlo.

Sapere quale mettere è importante per evitare problemi alla vettura, per questo esistono antigelo di colori diversi: viola, giallo, verde, blu e rosso.

A seconda del colore scelto, il prodotto presenta caratteristiche differenti, variabili in base agli additivi contenuti in esso, quindi non vanno mai mescolati tra di loro. L’antigelo rosso si differenza dagli altri per ulteriori caratteristiche, scopriamo quali sono e quando utilizzarlo.

Antigelo rosso caratteristiche

L’antigelo non serve solo per evitare che il liquido nel radiatore diventi ghiacciato. Infatti, gli additivi contenuti nel fluido vanno a modificare il punto di gelo e anche il punto di ebollizione.

Il sistema ha bisogno di essere protetto sia a temperature inferiori allo 0°C che alle temperature circostanti al motore, quindi oltre i 100°C e per questo motivo non è sufficiente la sola acqua per raffreddare il motore.

L’antigelo rosso si distingue dagli altri per le sue caratteristiche particolari. È, infatti, composto esclusivamente da fluidi e additivi organici ed è identificato con la sigla OAT, ovvero Organic Additive Technology, che vuol dire tecnologia con additivi organici.

Questa tecnologia innovativa assicura stabilità nel tempo e prolunga gli intervalli di sostituzione, rispondendo adeguatamente alla tecnologia motoristica in costante sviluppo. Ecco le sue principali caratteristiche:

  • È altamente protettivo e anti-ebollizione
  • Protegge dall’effetto corrosivo dalle correnti galvaniche
  • Impedisce la formazione di ruggine e incrostazioni
  • Protegge il radiatore nel tempo

Per l’antigelo rosso diluizione in genere è uguale al 50%, il che vuol dire che per ogni litro di antigelo occorre aggiungere un litro di acqua. Questa operazione va fatta quando si acquista antigelo rosso per auto molto concentrato, ma bisogna sempre guardare sulla confezione per verificare la percentuale di acqua da aggiungere.

Il liquido antigelo rosso a cosa serve? L’antigelo rosso è ideale da utilizzare per motori ad alte prestazioni, sia a benzina che a gasolio. Di norma offre una protezione maggiore, fino a -40° e ha anche la funzione di individuare eventuali perdite ed evitare che vengano mescolati diversi tipi di liquido refrigerante.

Antigelo rosso puro

Il liquido antigelo rosso puro è un prodotto anticongelante permanente che non contiene nitriti, ammine, silicati e fosfati. Il prodotto va usato nei motori di concezione moderna in lega di alluminio, assicura protezione anche a temperature elevate agevolando lo scambio termico con le superfici da raffreddare.

Inoltre, questo liquido garantisce proprietà anticorrosive e antiruggine, assicurando elevata efficienza del sistema di raffreddamento. La sua formulazione innovativa assicura biodegradabilità totale, stabilità maggiore in fase di stoccaggio, ulteriore resistenza all’usura nei circuiti di raffreddamento, protezione maggiore del circuito di raffreddamento da formazioni calcaree e corrosioni.

Tutte queste proprietà permettono alla vettura di percorrere maggiori distanze senza la necessità di dover sostituire il liquido. L’antigelo rosso puro è compatibile con qualsiasi altro anticongelante di brand conosciuti, ma per mantenerne inalterate le proprietà bisogna evitare di mescolarlo con prodotti tradizionali.

È importante ricordare che bisogna rabboccare o sostituire il liquido presente a motore freddo. Per una maggiore efficienza dell’impianto lo si può anche svuotare e lavare, e inserire il liquido dopo l’avvenuta pulizia.

Vai all'articolo precedente:Tipi di grasso lubrificante: tutte le caratteristiche e gli usi
Commenti:
0
Commenta
  • * Nome
  • * E-mail
  • * Commento
Questo sito è protetto da Google reCAPTCHA, Privacy Policy e Terms of Service di Google.

Iscriviti alla Newsletter ed ottieni il 10% di Sconto!

Subito per te un Coupon da utilizzare sul Tuo Acquisto!

Iscriviti subito×
Torna su